Intervista a Orticalab

ping-bijoux - foto federico iadarola

Intervista a Orticalab

Filomena e Deanna, da un bracciale fatto in casa a un brand di successo: l’Irpinia su Instagram conquista le influencer e il mercato dei gioielli
Amiche da sempre, hanno cominciato per gioco a fare delle piccole creazioni e, sette anni dopo, questo è il loro lavoro a tempo pieno: PinG Bijoux si chiama il marchio cresciuto grazie ai social, ispirato a quel pinguino che personalizza le loro creazioni e viene spedito in tutto il mondo. La sede creativa è a Lapio dove vivono e si incontrano per disegnare questi accessori in argento, esclusivi e tutti Made in Italy. Una piccola azienda digitale che è riuscita ad emergere su una piazza molto competitiva e affollata – Instagram – che oggi si è rivelato un potente strumento di marketing.

La storia di Filomena Romano e Deanna Cerullo comincia in un interno napoletano, nel 2012. Amiche da sempre, si dedicavano nel tempo libero a fare dei braccialetti con delle pietre e delle perline che personalizzavano con un piccolo ciondolo a forma di pinguino. Li indossavano e li mettevano anche in vendita su piattaforme come Ebay e su diversi mercatini online.

Sette anni dopo il gioco è diventato una professione e le loro creazioni arrivano in tutto il mondo, partendo dall’Irpinia. Quel pinguino si è trasformato in una sorta di animale guida, tanto da ispirare PinG Bijoux, il loro brand arrivato al successo grazie ad Instagram – 135mila follower – canale di vendita e di promozione privilegiato. Filomena è di Lapio, ha ventisei anni e una laurea in Economia e Commercio conseguita all’Università Federico II. Deanna invece è torinese, laureata in psicologia, si è trasferita qui per amore. Oggi lavorano insieme: «Alla fine del 2013 la nostra passione è diventata una piccola azienda online – ci spiega Filomena – ma non è stato facile. Le vendite erano poche e rare, non nascondo che in alcuni momenti abbiamo quasi pensato di rinunciare, poi grazie ai social siamo riuscite a farci conoscere, molte persone apprezzano quello che facciamo, diverse influencer indossano i nostri gioielli e oggi possiamo dire di essere felicissime. Ci siamo fidate del nostro istinto e abbiamo continuato a credere in questa passione comune senza smettere mai di immaginare nuovi stili e nuovi modelli».

La sede creativa è a Lapio, qui Filomena e Deanna si concentrano, disegnano, si confrontano: «Dal logo ad ogni singolo monile pensiamo a tutto noi, poi le nostre idee arrivano in un laboratorio di Caserta e qui prendono forma. Spesso ci affidiamo anche ad un grafico che regola le proporzioni e sviluppa i nostri bozzetti con la tecnologia 3D. E’ sempre un’emozione vedere la nostra fantasia realizzarsi, passare magari da un foglio di carta ad un oggetto prezioso, pronto per essere indossato».

Conoscono bene il mercato, hanno puntato tutto sul Made in Italy, sono state brave a rendere il loro marchio immediatamente riconoscibile, ma soprattutto sono riuscite ad emergere su una piazza molto competitiva e affollata, Instagram, che per loro si è rivelato un potente strumento di marketing «Abbiamo trasferito la nostra esperienza sul digitale e crediamo che sia la personalizzazione il nostro punto di forza, oltre alla qualità dei materiali che scegliamo. I gioielli sono tutti in argento 925, non si macchiano, non perdono lucentezza e non si rovinano, possono essere indossati nel quotidiano perché sono belli e resistenti. In più c’è la possibilità di inciderli con nomi, parole, simboli e frasi per renderli ancora più esclusivi e adattabili al proprio modo di essere».

I loro gioielli si trovano da Nord a Sud in diversi store e le loro spedizioni viaggiano fino a Dubai e negli Stati Uniti. Attente alle nuove tendenze e continuamente alla ricerca della perfezione, questo è il segreto di PinG Bijoux, un marchio giovane che ha ancora tanti sogni da realizzare: «Siamo sempre alla ricerca di nuove ispirazioni, ci informiamo sui trend e andiamo molto in giro, è il nostro lavoro a tempo pieno. I clienti trovano in noi un punto di riferimento, rispondiamo a tutti e offriamo assistenza dalla mattina alla sera. Presto lanceremo il sito di e-commerce che renderà la scelta e l’acquisto più semplici e ci piacerebbe ampliare la nostra offerta con altri accessori. Anche se al momento siamo molto concentrate sui gioielli, il desiderio più grande sarebbe avere una linea d’abbigliamento creata da noi, speriamo che col tempo si avveri».

Di Maria Fioretti per Orticalab

Fonte: http://www.orticalab.it/Filomena-e-Deanna-da-un-bracciale